PON-POR

ODONTOTECNICO AUMENTATO DALLA TECNOLOGIA - LABORATORIO PER LA DIDATTICA INNOVATIVA

ODONTOTECNICO AUMENTATO DALLA TECNOLOGIA

LABORATORIO DIDATTICO INNOVATIVO PER L'APPRENDIMENTO DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI ODONTOTECNICHE

Fondi Strutturali Europei – Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020. Asse II - Infrastrutture per l’istruzione – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) - Obiettivo specifico – 10.8 – “Diffusione della società della conoscenza nel mondo della scuola e della formazione e adozione di approcci didattici innovativi” – Azione 10.8.1 Interventi infrastrutturali per l’innovazione tecnologica, laboratori di settore e per l’apprendimento delle competenze chiave. Avviso pubblico per la presentazione di proposte progettuali per la realizzazione di laboratori per lo sviluppo delle competenze di base e di laboratori professionalizzanti in chiave digitale - Prot. n. AOODGEFID/37944 del 12/12/2017 - Autorizzazione progetto codice 10.8.1.B2-FESRPON-CL-2018-9

 </p> <p> </p> <p style="margin-bottom: 0.0001pt; text-align: justify; line-height: normal;">Il progetto 'Odontotecnico aumentato dalla tecnologia' è uno snodo fondamentale per rinnovare tecnologicamente il laboratorio di esercitazione odontotecnica, in quanto finalizzato alla formazione più avanzata possibile degli alunni dell'istituto.

Il progetto prevede l'acquisizione di attrezzature tecnologicamente avanzate che saranno in grado di supportare gli alunni in qualsiasi tipo di lavorazione, citando ad esempio le componenti fondamentali per l'acquisizione di file progettati su scanner digitale e successiva lavorazione tramite stampante 3D.

Nelle forniture preventivate sono incluse anche quelle attrezzature e materiali previsti per i protocolli di lavorazione su protesi fisse e mobili, che quindi daranno ampio spazio all'acquisizione di nuove competenze da parte degli alunni.

L'IIS Costanzo dedica da tempo particolare attenzione nei riguardi di questo indirizzo scolastico, che malgrado sia nato da pochi anni ricopre un ruolo fondamentale nella diversificazione dell'offerta formativa di qualità.

Il progetto è improntato sulla realizzazione di un ampliamento del laboratorio di odontotecnica presente nella

scuola, utilizzando un’aula adiacente al laboratorio stesso. La nuova stanza avrà delle attrezzature che saranno altamente specializzanti per le studentesse e per gli studenti dell'istituto che frequenteranno l'ultimo biennio e il quinto anno del corso odontotecnico. Le attrezzature preventivate, infatti, sono fondamentali per le lavorazioni che di norma di eseguono e imparano durante gli ultimi anni di studi del corso odontotecnico, tra le quali citiamo ovviamente le protesi sia mobili che fisse, con particolare attenzione a queste ultime che saranno realizzabili sia con le attrezzature più innovative che con quelle più tradizionali proprio grazie alle attrezzature preventivate nel PON 2014-2020 'Laboratori Didattici Innovativi'. Le attrezzature preventivate si integrano in maniera più che naturale con le attrezzature ed il laboratorio già esistenti all'interno dell'istituto, in quanto il suddetto laboratorio è prettamente improntato al primo biennio del corso di studi odontotecnico, quindi comprendente un reparto gessi, il quale sarà sempre punto di partenza per qualsiasi lavorazione. La tecnologia quindi invaderà ogni tipo di lavorazione, dando tanto spazio agli allievi di imparare in maniera sempre più veloce e di immergersi nel mondo del lavoro odontotecnico.

 

L’Istituto di Istruzione Professionale per Odontotecnici si trova a Lamezia Terme, in località Savutano. Savutano è un quartiere residenziale di Lamezia Terme, in forte sviluppo caratterizzato da strutture abitative mono-bi familiari distribuite su un ampio territorio immerso nel verde.

La scuola di dimensioni contenute, si integra perfettamente in tale tipologia urbanistica e, la lontananza dal centro abitato, ne caratterizza l’esclusiva tranquillità e, quasi, riservatezza. La sua mission istituzionale è quella di istruire, educare e formare gli studenti che intendono svolgere la professione di Odontotecnico o intraprendere una attività lavorativa legata al corso di studi seguito.

Il target che ci siamo prefissati è quello di formare Odontotecnici in grado di fornire servizi innovativi a sostegno della qualità dei prodotti protesici proponendo, oltre alle tradizionali tecniche operative, le più moderne tecniche fornite dalla tecnologia digitale e stampanti 3D.

Nel corso di studi si intende far acquisire, agli studenti, le necessarie conoscenze le permettere un consapevole orientamento verso le diverse dimensioni del saper fare, del lavoro e dello spirito di iniziativa e di imprenditorialità attraverso percorsi di didattica orientativa, di Alternanza scuola-lavoro nelle molteplici forme previste.

Lo studente ha così la possibilità di orientarsi circa l'interesse e la predisposizione per lo specifico contesto lavorativo oggetto anche della formazione; di confrontare le competenze acquisite nel contesto di apprendimento formale con le specifiche esigenze del contesto aziendale; di sperimentare, acquisire e/o consolidare le competenze mediante l'azione diretta nelle attività lavorative a lui assegnate.

Nel corso degli ultimi anni abbiamo assistito ad una radicale trasformazione del ruolo dell’ odontotecnico: alcuni sono da tempo ormai passati alla modellazione digitale (ad oggi infatti circa il 35% dei laboratori odontotecnici italiani ha già adottato una metodica CAD, o CAD-CAM), mentre molti altri affronteranno sicuramente nel breve questo passaggio, spinti sia dalla domanda del mercato, sia dalla crescente richiesta di manufatti di elevatissima qualità al passo con i tempi e con la tecnologia ad oggi disponibile, sia dalla necessità di ridurre considerevolmente tutti i costi connessi al sottostante processo fisico, ed indissolubilmente correlati alla gestione “tradizionale” dei propri clinici. Tuttavia con l’ avvento della nuova generazione di sistemi intra-orali per la rilevazione digitale delle impronte, e stante la loro straordinaria e prepotente penetrazione negli studi dentistici, si sono aperti nuovi scenari, nuovi mercati, nuove opportunità, e nuove sfide tutte condizionate da una sempre crescente richiesta di competenza digitale. Oggi più che mai risulta quindi fondamentale ed imprescindibile per l’ Odontotecnico Moderno apprendere quelle competenze atte ad affrontare e gestire questo cambiamento con atteggiamento consapevole e proattivo, in modo tale da non risultare semplici e succubi spettatori di questa inarrestabile “RIVOLUZIONE” DIGITALE, ma con l’ intento di poter rivestire un ruolo primario ed una funzione indispensabile in quella che si preferirebbe affrontare e vivere quale “EVOLUZIONE” DIGITALE.

Il modello di laboratorio che si intende realizzare è altamente innovativo in quanto prevede una rivisitazione della didattica, degli spazi e della tecnologia . Il laboratorio sarà soprattutto un luogo di formazione tecnica che si fonda sull'assunto "se faccio imparo", del tutto complementare alla formazione strutturata di derivazione universitaria e sarà organizzato per permettere apprendimenti diversi; in particolare saranno evidenziate aree specifiche di apprendimento e insegnamento come: lo spazio fisico, le risorse, il cambiamento dei ruoli di studenti e insegnanti, la possibilità di supportare diversi stili di apprendimento.

Sarà preso come riferimento il report della Commissione Europea “Innovating learning: Key elements for developing creative classrooms in Europe”.

Gli spazi individuati, assimilabili ad isole di lavoro, permettono agli alunni di pianificare, progettare e produrre il proprio lavoro, interagire e collaborare tra loro, condividere i risultati attraverso la condivisione in rete dei file prodotti. Lo studente sarà un protagonista attivo piuttosto che un passivo ascoltatore, i docenti potranno

promuovere l'apprendimento per scoperta per migliorare la capacità di pensiero critico degli studenti.

La possibilità di lavorare in gruppo permetterà ai ragazzi di ricercare, creare, scambiarsi e presentare opinioni, assumersi delle responsabilità all’interno di gruppi non più limitati alla comunicazione faccia / faccia in modo sincrono, ma aperti anche alla comunicazione on-line asincrona.

L’esperienze formative e quindi di competenze che si possono sviluppare in un laboratorio così organizzato sono altamente rappresentative delle trasformazioni in atto nella tecnologie nel lavoro negli ambienti della produzione e ciò può determinare un forte impulso verso carriere di tipo tecnico-scientifico e un netto

incremento di appetibilità occupazionale nei confronti della maggior parte delle aziende del territorio.

Vorremmo creare una scuola d’avanguardia in grado di individuare, nel territorio, le occasioni per mettersi in discussione in un’ottica di confronto e miglioramento, per arricchire il proprio servizio attraverso un’innovazione continua che garantisca la qualità del sistema educativo.

Tenuto conto del forte pendolarismo degli alunni, che spesso hanno difficoltà oggettive, per mancanza di adeguati mezzi di trasposto pubblici, risulta necessario concedere permessi di uscita anticipata, sarà necessario attuare una modifica sostanziale al tempo-scuola favorendo l’ottimizzazione del passaggio

all’organizzazione della “settimana breve”, da lunedì a venerdì, con prolungamento dell’orario scolastico pomeridiano per raggiungere il monte orario stabilito. Da rimarcare che durante l’orario pomeridiano si svolgeranno principalmente le attività didattiche laboratoriali. Una tale rimodulazione dell’orario permetterebbe di gestire in modo ottimale, l’unico laboratorio, potendo distribuire la disponibilità dello stesso,

in una fascia oraria più ampia tra mattino e pomeriggio.

Inoltre il tenere aperta la scuola in orario pomeridiano sarebbe una presenza più attiva e la possibilità di offrire altre opportunità formative e di aggregazione sociale al territorio. Il laboratorio odontotecnico con tecnologia digitale, permette di poter attuare modalità didattiche alternative alla didattica esclusivamente trasmissiva, per la realizzazione di “oggetti didattici” che prevedano una progettazione, anche interdisciplinare; attraverso l’introduzione a supporto allo studio delle nuove forme di comunicazione web based; attraverso la riduzione dei tempi necessari per la condivisione di documenti tramite le piattaforme web oggi disponibili riducendo i tempi necessari per la condivisione di “prodotti virtuali” con altre postazioni di lavoro per successive elaborazioni riducendo i costi generali grazie al processo di dematerializzazione in essere.

Grazie all’accesso alla rete, docenti e studenti potranno utilizzare, anche con propri “devices” per lo scambio dei file. le attività didattiche disciplinari nel nuovo ambiente “connesso” sono progettate come momenti di particolare attività per lo studente, che potrà costruire le proprie competenze formulando proprie ipotesi e

controllandone le conseguenze, progettando e sperimentando, discutendo e argomentando le proprie scelte e a confrontandosi con i propri compagni e con i docenti arrivando a conclusioni e/o a nuove aperture per la costruzione di ulteriori conoscenze e competenze personali e collettive.

In coerenza con le linee guida definite dal MIUR in merito alla valorizzazione della qualità scolastica, preso atto del “piano nazionale scuola digitale”, si avrebbe uno “spazio per l’apprendimento” che coniuga la più alta innovazione tecnologica per la didattica con la metodologia collaborativa e laboratoriale, dove venga messo in risalto il lavoro del singolo e la collaborazione con gli altri allievi ed il docente per acquisire conoscenze e competenze in modo semplice. In riferimento all’uso di contenuti digitali, gli obiettivi specifici previsti e i risultati che ci prefissiamo di raggiungere con tale progetto sono: o favorire l’apprendimento delle competenze chiave, ampliando la possibilità di sviluppo delle competenze digitali; o favorire “l’inclusione digitale, uno degli obiettivi dell’Agenda Digitale, incrementando oltre che l’accesso ad internet, le competenze digitali e la fruizione di informazioni e servizi online tra studenti di contesti sociali svantaggiati o studenti BES, DSA e disabili.

 

ENGLISH CLASSROOM: PON-FESR LABORATORI DIDATTICI INNOVATIVI

ENGLISH CLASSROOM

Laboratorio didattico innovativo per l'apprendimento delle lingue in spazi modulari e frendly e tecnologie digitali

Fondi Strutturali Europei – Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020. Asse II - Infrastrutture per l’istruzione – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) - Obiettivo specifico – 10.8 – “Diffusione della società della conoscenza nel mondo della scuola e della formazione e adozione di approcci didattici innovativi” – Azione 10.8.1 Interventi infrastrutturali per l’innovazione tecnologica, laboratori di settore e per l’apprendimento delle competenze chiave. Avviso pubblico per la presentazione di proposte progettuali per la realizzazione di laboratori per lo sviluppo delle competenze di base e di laboratori professionalizzanti in chiave digitale -  </em><em style="text-align: justify;">Prot. n. AOODGEFID/37944 del 12/12/2017 -

Autorizzazione progetto codice 10.8.1.B1-FESRPON-CL-2018-8

copertina-laboratori-didattici-innovativi.jpg

L’ISS Costanzo opera in un’area caratterizzata da calo demografico e alto tasso di disoccupazione, esiste altresì sul territorio una vivace imprenditoria manufatturiera con vocazione internazionale con cui la scuola ha già avviato una serie di collaborazioni e partenariati in cui grande rilievo hanno avuto gli esiti degli apprendimenti in lingua inglese.

Leggi tutto...

 

POTENZIAMENTO DELLE COMPETENZE DI CITTADINANZA GLOBALE

Cittadinanza globale e integrazione locale

10.2.5A-FSEPON-CL-2018-265 CUP: H87I170004200

 

copertina-cittadinanza-globale

Avviso Prot. AOODGEFID/3340 del 23/03/2017

“Potenziamento delle competenze di cittadinanza globale”

Titolo: Cittadinanza globale e integrazione locale

10.2.5A-FSEPON-CL-2018-265 CUP: H87I170004200

Il progetto finalizzato allo sviluppo di competenze trasversali, sociali e civiche si articola in quattro moduli:

-Sport e benessere

- Sport e amicizia

- Economia e cittadinanza

- Stereotipi di genere.

Leggi tutto...

 

PON FSE 2014-20 “Orientamento formativo e ri-o-orientamento” RELAZIONE FINALE

Avviso pubblico 2999 del 13/03/2017 “Orientamento formativo e ri-o-orientamento”.

Asse I – Istruzione – Fondo Sociale Europeo (FSE).

Obiettivo Specifico 10.1

Azione 10.1.6: azioni di orientamento, di continuità, e di sostegno alle scelte dei percorsi formativi, universitari e lavorativi.

Titolo: Orientamento per il Life Long Learning

RELAZIONE FINALE

pon-scuola

Il progetto "Orientamento per il Life Long Learning" ,codice identificativo di progetto 10.1.6A-FSEPON-CL-2018-4 sottoazione 10.1.6° -CUP H85B17000570007 ha la finalità di sviluppare le capacità degli studenti di orientarsi nella vita adulta attraverso progetti di vita ponderati e ragionevolmente attraenti che ne aumentino l'occupabilità e riducano il tasso di abbandono universitario.

RELAZIONE FINALE

Le attività dei cinque moduli in cui è stato articolato il progetto “Orientamento per il life long learning” sono state realizzate in un arco di tempo compreso fra febbraio e maggio 2019.

Leggi tutto...

 

Diario di bordo da Dublino - PON FSE 2018/19 Cittadinanza Europea - “For Europe”

Avviso 3504 del 31/03/2017 - FSE - Cittadinanza Europea

10.2.3 Azioni di internazionalizzazione dei sistemi educativi e mobilità

10.2.3C Mobilità transnazionale

TITOLO: For Europe

Da qualche giorno 22 nostri studenti di 3F e 4F del Liceo "Costanzo" di Decollatura" sono impegnati in un viaggio studio a Dublino, accompagnati dalle docenti Maria Orsola Chiodo e Ivana Bevacqua.

Trovate informazioni inerenti obiettivi e competenze previste nel progetto PON di riferimento cliccando su questo link: IL PROGETTO.

Visitate la nostra galleria di immagini aggiornata giorno per giorno cliccando su questo link o sulla foto che segue: GALLERIA MULTIMEDIALE DEL DIARIO DI BORDO.

WhatsApp Image 2019-05-23 at 20.08.44

 

PON FSE 2018/19 Cittadinanza Europea - “For Europe”

Avviso 3504 del 31/03/2017 - FSE - Cittadinanza Europea

10.2.3 Azioni di internazionalizzazione dei sistemi educativi e mobilità

10.2.3C Mobilità transnazionale

TITOLO: For Europe

Il progetto, che prevede la mobilità transnazionale in Irlanda per tre settimane, intende perseguire l’obiettivo fondamentale di sviluppare la competenza imprenditoriale, competenza trasversale e pluridimensionale rivolta all’empowerment personale, alla partecipazione, all’inclusione sociale, al pensiero etico e sostenibile, così come definito nella Entrepreneurship Competence Framework. 
Attraverso la mobilità, gli studenti, ma anche l’istituto scolastico, amplieranno la prospettiva internazionale, svilupperanno le competenze non solo linguistiche, ma anche interculturali con ripercussioni positive sulla futura occupabilità. 
Il progetto è composto da un unico modulo articolato in tre uda da realizzarsi interamente nella capitale irlandese.

Leggi tutto...

 

PON FSE 2018/19 Cittadinanza Europea - “BTwo English”

Avviso 3504 del 31/03/2017 - FSE - Cittadinanza Europea

10.2.3 Azioni di internazionalizzazione dei sistemi educativi e mobilità

10.2.3B Potenziamento llinguistico e CLIL

TITOLO: BTwo English

Il progetto Btwo English è, articolato in due moduli: Programma Certificazione e English CLIL 2.

MODULI

Potenziamento linguistico e CLIL - Programma Certificazione
Potenziamento linguistico e CLIL - English CLIL 2

Il Modulo Programma certificazione propedeutico alla mobilità transnazionale è diviso in diviso in tre uda da 20 ore ciascuna che perseguono lo scopo di avvicinare gli studenti alla dimensione civile e sociale della cittadinanza europea, migliorando le competenze in lingue inglese. Attraverso lo studio della storia e della cultura comune dei popoli dell'UE, l'arte e la letteratura europea, le tradizioni e i costumi nazionali, gli alunni potranno utilizzare la lingua in situazioni comunicative con metodologia CLIL che consentirà il conseguimento della certificazione linguistica almeno di livello B1 propedeutico alla mobilità internazionale. 
Il modulo English CLIL two permetterà di conoscere in maniera approfondita la la storia e la civiltà del paese ospitante, l'Irlanda, attraverso un percorso formato da quattro unità di apprendimento fondate sulla storia, geografia, cultura e tradizioni e confronto con la cultura di provenienza. Inoltre , esso consentirà anche il miglioramento delle competenze linguistiche per il conseguimento della certificazione B1 del CEFR con ente certificatore esterno.

 

PON FSE 2018/19 Cittadinanza Europea - “Potenziamento e oltre”

Avviso 3504 del 31/03/2017 - FSE - Cittadinanza Europea

10.2.2 Azioni di integrazione e potenziamento delle aree disciplinari di base

10.2.2A Competenze di base

TITOLO: Potenziamento e oltre

Il progetto “Potenziamento e oltre” è articolato in tre moduli di cui i primi due promuovono le competenze base propedeutiche alla costruzione dell’identità europea, mentre il terzo ha una funzione preparatoria del percorso di scambio e mobilità all’estero prevedendo un affinamento di specifiche competenze di cittadinanza europee che possono essere di supporto durante la permanenza nel paese ospitante.

MODULI

Cittadinanza Europea propedeutica al 10.2.3B - Io cittadino europeo: oltre Decollatura
Cittadinanza Europea propedeutica al 10.2.3B - Io cittadino europeo: oltre Lamezia
Cittadinanza Europea propedeutica al 10.2.3C - Viaggio del cittadino europeo

Leggi tutto...

 

PON FSE 2018/19 Potenziamento dei percorsi di alternanza scuola-lavoro

Avviso 3781 del 05/04/2017 - FSE - Potenziamento dei percorsi di alternanza scuola-lavoro

10.6.6  Stage/tirocini

10.6.6A Percorsi alternanza scuola/lavoro

TITOLO: Imparare lavorando

Il progetto prevede lo sviluppo di molti moduli di Alternanza scuola/lavoro destinati agli studenti del triennio del Tecnico informatico e delle due articolazioni del Professionale, Servizi per l'Agricoltura e Servizi socio-sanitari. 

MODULI

  1. Percorsi di alternanza scuola-lavoro in filiera: 1_IPS_Socio-Sanitario: filiera tra infanzia e primaria
  2. Percorsi di alternanza scuola-lavoro in filiera: 3_ITI_Filiera_T-Shirt Smart
  3. Percorsi di alternanza scuola-lavoro con reti di strutture ospitanti: 3_IPS-Soveria-Prodotti tipici (salumi, formaggi, ecc.)

Leggi tutto...

 

PON FSE 2018/19 COMPETENZE DI BASE

Avviso 1953 del 21/02/2017 - FSE - Competenze di base

10.2.2 Azioni di integrazione e potenziamento delle aree disciplinari di base

10.2.2A Competenze di base

TITOLO: Competenze per l'eccellenza

Il progetto intende promuovere un’offerta formativa ampia e diversificata, adeguata ai bisogni individuali degli alunni e rivolta allo sviluppo delle potenzialità dei singoli, attraverso l'approccio learning by doing che vede il processo formativo passare dalla semplice trasmissione di nozioni alla loro utilizzazione concreta e sperimentazione laboratoriale in modo da sviluppare negli alunni abilità e competenze durature.

MODULI

Lingua madre: Lettura e scrittura creativa
Matematica: Matematica per la vita_Liceo
Matematica: Matematica tecnico-professionale
Matematica: Matematica per odontotecnici
Scienze: Scienze integrate: percorsi laboratoriali_Istituto
Scienze: Micropropagazione: tra chimica e biologia_Soveria M.
Scienze: Scienze integrate professionale Lamezia

Leggi tutto...

 

Pagina 1 di 3

amministrazione trasparente

 e-learning

Costanzodigitale

logo banca cuore

valutazione

pnsd

banner commissione web

Calendario eventi

Luglio 2019
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4

Ultimi eventi

Nessun evento

Rassegna stampa

giornale

Portali scolastici

ministero istruzione

ufficio-scol-cal

scuola-chiaro

sidi

fse

pon in chiaro

indire

Questo sito utilizza cookie di tipo tecnico, per cui le informazioni raccolte non saranno utilizzate per finalità commerciali nè comunicate a terze parti. Per approfondimenti visualizza la nostra cookie policy

Nascondi questo messaggio
Cookie Policy